+39 320 1127789

Palla dipinta a mano “E’ il tempo che hai perduto…

“E’ il tempo che hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante”

Antoine de Saint-Exupéry

Con una frase semplice “Mi disegni, per favore, una pecora?” ha inizio il rapporto tra un pilota di aerei, precipitato nel deserto del Sahara, e il Piccolo Principe. Il libro è una sorta di dialogo tra un adulto e un bambino, dove il Piccolo Principe rappresenta un’età che spesso gli adulti dimenticano di aver vissuto, e attraverso la sua figura, l’autore dà nuova vita al mito dell’infanzia, dove tutto è meraviglia e stupore. Il protagonista, una volta lasciato il suo pianeta dopo una lite con la sua rosa, incontra una serie di personaggi, ciascuno a sua volta abitante un proprio pianeta, attraverso i quali vengono rappresentati i difetti più comuni in cui il genere umano incappa nell’età adulta: il Piccolo Principe conoscerà un re con smania di potere, un burocrate fissato con le regole, un vanitoso, un ubriaco, un uomo d’affari, schiavo dell’ansia di contare le stelle che crede di possedere, un geografo che sa molte cose ma che non riesce a condurre un’ esistenza valorosa.

Al Piccolo Principe, e quindi a Saint-Exupéry, tutto ciò che per loro è importante appare, invece, come superfluo perché questi uomini rappresentano quanto di più lontano c’è dal senso vero e autentico delle cose e dei rapporti tra le persone. Tutte le occupazioni e le attività delle persone incontrate non tengono conto dei sentimenti e dello stupore che la vita può destare in ciascuno di noi. Quello che traspare dal libro Il piccolo principe, che ha segnato generazioni con il suo significato tangibile, è che solo i bambini riescono a cogliere la vera essenza della vita, perché gli uomini, crescendo, perdono il candore e il contatto con le cose importanti, non cogliendo più il senso di ciò che possiedono, che vivono e provano.
Lo sa bene il bambino biondo appassionato di tramonti che l’Aviatore incontra nel deserto: l’essenziale è invisibile agli occhi e lo sa bene ancora quando comprende che é il tempo che ha dedicato alla sua rosa che ha fatto della sua rosa una cosa così importante!

Quello che traspare dal libro Il piccolo principe, che ha segnato generazioni con il suo significato tangibile, è che solo i bambini riescono a cogliere la vera essenza della vita, perché gli uomini, crescendo, perdono il candore e il contatto con le cose importanti, non cogliendo più il senso di ciò che possiedono, che vivono e provano.

L’opera, sia nella sua versione originaria che nelle varie traduzioni, è illustrata da una decina di acquerelli dello stesso Saint-Exupéry, disegni semplici e un po’ naif  che sono celebri quanto il racconto.

Quindi un omaggio, il nostro, alla poetica di questo breve quanto intenso manuale sentimentale: palle che riprendono le illustrazioni e le frasi più significative del libro così da donare qualcosa che sia un pensiero, uno sguardo candido e puro come quello dei bambini e soprattutto del nostro amatissimo piccolo principe!

20151123_094756 (2)

 Ed eccone pronta una: che parte, che è destinata ad un cliente che non conosco, che ha scelto di acquistare on line… ma che sicuramente è affine a noi, al nostro modo di vedere il mondo e le piccole cose fatte a mano!

Grazie!

E si comincia ad allestire … il Natale

Per noi di Gattacicova è ancora presto e in verità siamo sempre in ritardo e non ci dispiace affatto: i tempi di una bottega artigianale sono lenti, scanditi dall’ispirazione, dalle prove, dalle cose che non riescono come vorremmo, dai disegni nuovi, dalla laboriosa manodopera che rende ogni nostra piccola opera un dono diverso, con un’anima forse… perché certe volte i nostri angioletti sembrano davvero sorridere e le nostre palle dell’albero riverberano di quel sapore antico di quando le cose si collezionavano negli anni, si compravano quasi con un senso di peccato ma proprio per questo: che meraviglia poi possederne una! Che bello viziarsi ogni tanto perché ciascuno di noi un po’ se la merita una coccola! Da questa domenica le gattine espongono il “Natale 2016” …  Passate gente a dare una sbirciata, a cercare quella cosa che, non me ne vogliano gli altri, troverete solo da noi!

Lucine accese… si sogna!

1478078399176

cof

mde

mde

Se ci sono foto a cui davvero tenete, createne delle copie fisiche. Stampatele”

Secondo Vint Cerf, uno dei “padri” di internet, durante un suo intervento di qualche tempo fa:

“Quando si pensa alla quantità di documenti presenti nelle nostre vite quotidiane e immagazzinati in forma digitale come le e-mail, i tweet e tutto il web, è chiaro che potremmo perdere una grossa fetta della nostra storia. Non vogliamo che le nostre vite digitali scompaiano. Se vogliamo preservarle dobbiamo assicurarci che gli oggetti digitali che creiamo oggi siano ancora accessibili nel futuro”.
E ancora, più specificamente per le foto:

“Nel nostro zelo, presi dall’entusiasmo per la digitalizzazione, convertiamo in digitale le nostre fotografie pensando che così le faremo durare più a lungo, ma in realtà potrebbe venir fuori che ci sbagliavamo. Il mio consiglio è: se ci sono foto a cui davvero tenete, createne delle copie fisiche. Stampatele”

Per preservare i nostri ricordi dobbiamo quindi necessariamente trasformarli in qualcosa di duraturo, qualcosa che si possa fruire a distanza di tanti anni. E per quanto riguarda le fotografie, l’unica soluzione è quella di stamparle, almeno quelle a cui teniamo di più; non c’è niente di più bello, per quanto mi riguarda, che andare a casa dei miei genitori e prendere l’album con la data 1975, anno della mia nascita e sfogliarlo e così per gli anni a seguire: i ricordi della maestra delle elementari, del primo saggio di danza, della prima comunione e così via…

Sicuramente la foto sul telefonino è comoda e ci permette di farne a volontà ma ecco… le più belle, significative, le più simboliche stampiamole e raccogliamole sugli album fotografici; tutto avrà un altro gusto e un rinnovato antico piacere! E noi vi proponiamo i nostri album dal gusto un po’ antico: album personalizzati, con pagine in avorio e con le foto che devono attaccarsi proprio con la colla come si faceva tanto tempo fa! Ecco solo gli ultimi realizzati che troverete in negozio…

img_20161101_094221

dav

album bimbo

cof

cof

Un libro di ricette speciale

Un libro di ricette speciale per uno chef che è rientrato nella sua città per aprire “Le Stanze”… Un artista che proprio come un alchimista, sperimenta con colori, profumi, spezie e prodotti di qualità eccellente! E quale migliore regalo per Gaetano Nicoletta se non un libretto personalizzato per appuntare le dosi segretissime di ogni ricetta speciale?

Un onore per Gattacicova aver realizzato questo ricettario appositamente per il nostro chef  e concludo con una frase che piace a tutti quelli che sono un po’ artigiani e un po’ artisti come è lui: “Fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”

ricettario

ricettario-2

 

fata-fucsia-particolare

Le fate del bosco incantato  vivono  tra il nostro mondo e quello della magia e se intravedono tra gli uomini un cuore buono, entrano nelle case di colui che le ospita portando per sempre fortuna e protezione. Le fatine, quando vivono nel proprio mondo, abitano nei boschi tanto che sono considerate le protettrici degli alberi; indossano abiti fatti di fiori, muschi e foglie e hanno un carattere dolcissimo, schivo e riservato.

particolare-fatina-gialla

 

Ci siamo ispirate al mondo fatato per realizzare le nostre specialissime fatine, realizzate interamente a mano, personalizzabili con idee fai da te: il vestito è fatto di fiori vellutati e le gambe lunghe e sottili fanno immaginare il loro svolazzare leggiadro tra le foglie di querce o nei roseti profumati.

Un cappello a cono le protegge dal sole ma anche dallo sguardo indiscreto degli essere umani : il mondo magico deve rimanere un segreto tranne quando non sia proprio la fatina a riconoscere un’anima buona e capace di riconoscere una magica fata in una note stellata o in un bosco fitto e misterioso.

Non sarebbero fate se non avessero ali simili a farfalle e se non fossero belle creature svolazzanti!

bomboniere-fatine

Ecco perché devono essere appese, nelle nostre case, in un angolo un po’ speciale che separa la realtà dalla fantasia; solo così crederemo che con un po’ di fortuna, con un incontro magico, con una fatina in casa… si può essere più felici o almeno più sognatori! Regalare una fatina significa donare un po’ di magia, di incanto, di stupore… Tutto può accadere se solo si crede veramente in qualcosa!

Qualcosa sulle palle di Natale

                                                             16112015-DSC_7013

Anche qui, tra storia e leggende, pare sia molto antico l’uso delle palle decorative nelle proprie case. Già gli antichi romani, per omaggiare il Dio Giano, protettore degli esterni e degli interni delle case, usavano adornare l’uscio delle proprie abitazioni  con rami di pino o abete, il primo giorno di gennaio.

Alla tradizione mi piace associare poi la leggenda secondo cui, nella notte di Betlemme, vi fosse un giocoliere che nulla aveva da offrire al bambin Gesù tranne che l’unica cosa che sapesse fare: il giocoliere!

Ed è proprio per ricordare i sorrisi che fece  Gesù che, da allora, pare si usino le palle decorate agli alberi di Natale di tutto il mondo.

16112015-DSC_6987 (4)

 

 

“Covando” in bottega

“Covando” in bottega

Ecco il momento più bello dell’anno nella bottega artigianale “Gattacicova”: idee, prove, schizzi, frasi, colori e nastri un po’ natalizi e un po’ a pois e poi, pecorelle che portano fortuna o che aiutano il sonno, il principe e la sua volpe, fiori, merletti e angeli…

E’ solo una “spiata” nel retrobottega del negozio dove tutto nasce, dove spesso qualcosa di buono riesce e vedremo…

se anche quest’anno ci verrete a trovare, per sentire il nostro originale, artigianale, semplice modo per dire: Buon Natale!

Allestimento in corso…

“Ogni grana è una stella…”

È la melagrana profumata
un cielo cristallizzato.
(Ogni grana è una stella
ogni velo è un tramonto.)   

Anche Garcia Lorca  scrisse un’ode alla melagrana, frutto che più di tutti è carico di storia e simbologia.

Albero di origini asiatiche è considerato tra i più antichi tra gli alberi coltivati tanto che in moltissime civiltà ricorre questo frutto tra le varie tradizioni.

Anche la cultura a noi più vicina, quella del Mediterraneo e soprattutto della Magna Grecia, annovera tra i suoi simboli la pianta del melograno poiché  considerata sacro  a Giunone, dea protettrice del matrimonio e della fertilità tanto che spesso era raffigurata con una melagrana nella mano destra. Ancora oggi in Grecia è diffusa l’usanza di piantare un albero di melograno nel giardino di nuovi sposi come augurio per un matrimonio duraturo, felice e fecondo.

Per questo, spesso,  si dona oggi il melograno come augurio per un nuovo percorso intrapreso, per inaugurare un nuovo progetto, per festeggiare un nuovo anno!

Questo frutto dall’involucro coriaceo  ha al suo interno preziosissimi grani color rubino… così come quasi sempre sono rappresentati nella bottega di Gattacicova! Spicchi di melagrane in pasta di mais per augurare il meglio ai nostri più cari amici a forma di calamita, di segnaposto, di bomboniera ( come quello della foto) di centrotavola…

Nella bottega Gattacicova, non manca mai la presenza di melagrane in pasta di mais a formare piccole opere d’arte come porta candele fatte a mano, ghirlande autunnali artigianali, piatti decorativi in ceramica, fruttiere, centrotavola, cesti in rattan, cornucopie traboccanti di frutti beneauguranti

Basta un piccolo segno, a volte per dire le cose, per augurare il meglio, per esprimere affetto, per fare una carezza…

 

fiocco nascita

Il fiocco nascita o annuncio di nascita è un simbolo che rappresenta la gioia di un nuovo arrivato in famiglia!

Tradizionalmente era proprio un fiocchetto rosa o azzurro che si poneva alla porta dell’ospedale e poi della propria casa, per partecipare a parenti e amici l’ atteso bebè… ma oggi ve ne sono di svariati modelli e materiali.

I fiocchi di nascita di Gattacicova sono realizzati tutti in pasta di mais, sono esclusivamente fatti e dipinti a mano e

hanno la particolarità di potere rendere il proprio annuncio, personalizzato con l’aggiunta del nome del bimbo o di una frase speciale!

I modelli sono vari: la cicogna aggraziata che porta il fagottino, una mezzaluna romantica con un fagotto accovacciato, la casetta col tetto colorato, la carrozzina da cui spunta una piccola birbante… e poi fiocchetti a pois, cuoricini, cordoncini e fiocchi di raso dai colori pastello.

Forse la cosa più interessante dei nostri fiocchi di nascita è che poi non devono riporsi come un ricordo ma possono trovare posto nella cameretta del bimbo come un quadretto decorativo.

Un “Eccomi”, un “Da oggi ci sono anch’io”… da Gattacicova si festeggiano così!

 

…E via nel forno!

Quando una mattina,  la fantasia ha la meglio su tutto il resto,  ecco  che scegliamo cosa produrre: barattoli,  porta bicchieri,  lampade da comodino,  portatovaglioli…

E la pasta di mais si trasforma in pannocchia,  in melagrana matura e sgranata,  in piccanti peperoncini (siamo pur sempre calabresi)! La terracotta colo biscotto assume i colori più svariati, così come bordi e manici di biscottiere e piccole brocche. E poi non resta che scegliere la linea: peperoncini e aglio, agrumi, la linea dei funghi o dei frutti autunnali… A volte, parte tutto da una vostra richiesta per fare un regalo che è più  che altro un “dono” .

E così il forno a poco a poco si riempie fino a diventare traboccante come nella foto!

E con queste giornate che ormai hanno il sapore dell’autunno, niente di meglio che “covare” in bottega i nostri piccoli manufatti speciali, originali, fatti e dipinti a mano… insomma tutto secondo la tradizione “Gattacicova” in Crotone.

 

Il libro degli ospiti

 

il libro degli ospiti 

Un pensiero scritto dalle persone care è sicuramente il dono più bello che potremo ricordare nel corso degli anni grazie al “libro degli ospiti”

Sarà dolce, nel corso degli anni, rileggere un augurio speciale, una battuta simpatica, un segno, una parola…

E sebbene sia noto forse più come guestbook, noi di Gattacicova preferiamo chiamarlo libro degli ospiti… sarà forse un po’ vintage ma sicuramente si avvicina di più al nostro modo di essere e di lavorare.

le “succulente” di Gattacicova

le “succulente” di Gattacicova

Comunemente note come piante grasse, le piccole bomboniere “succulente” sono un rimando alla forza; resistono in modo tenace alla siccità e alla calura, immagazzinando nei periodi invernali l’acqua che poi permetterà loro di crescere nei periodi  estivi.

E’ quindi una bomboniera indicata per chi ha un carattere forte, tenace e volitivo, capace insomma di sopportare tutto … le temerarie succulente!

Trovano ristoro nei classici vasetti di cotto e attenti, che richiedono poche innaffiature… soprattutto quelle firmate Gattacicova  Crotone!

e non chiamiamola solo bomboniera

Regalare una bomboniera significa lasciare un ricordo di un lieto evento ad una persona cara con cui abbiamo deciso di condividere un momento per noi importante.

E’ un piccolo cadeaux che parla della cerimonia, dello stile di chi festeggia e che dice in un modo diverso : “Grazie di esserci” .

Le piccole bomboniere “Gattacicova” sono realizzate interamente a mano e possono diventare oggetti originali e unici se personalizzati  con  una data, con i nomi degli sposini, con la laurea del futuro dottore o semplicemente con una frase che ricordi un evento o una storia. Quindi ogni singola bomboniera rappresenta noi, la nostra festa, il nostro stile di vita, il ricordo che di noi vogliamo lasciare con il nostro unico e originale piccolo Cadeaux di Gattacicova e quindi… non chiamiamola solo bomboniera!

Come nasce un sogno

Nasce tutto dal concetto che niente è impossibile ma che tutto si può realizzare, come i sogni!

Così, un giorno, investendo un gruzzoletto in un manuale, inizia la nostra avventura.

La “pasta di mais” ha immediatamente incuriosito i nostri occhi e soprattutto le nostre mani: è infatti una pasta  malleabile e delicata, che non subisce mutamenti nel corso degli anni.

Già l’impasto richiede esperienza mista ad alchimia!

È un dosaggio perfetto di  colla bianca, amido di mais e qualche altro segretissimo ingrediente che, sul fuoco, diventa a poco a poco un impasto  morbido ed elastico.

È ormai dal 1999 che “coviamo” idee, che sperimentiamo colori, forme, cotture; è da anni che ricerchiamo ciò che soddisfa il nostro spirito attraverso la realizzazione di piccoli manufatti che, secondo noi,  hanno vita propria:  Sono nostre piccole creature, a cui dedichiamo tempo, attenzione, cura nel dettaglio e nelle finiture ed  il ritorno c’è poi, sempre,  negli occhi di chi guarda: stupore e complimenti soddisfano le ore a provare, a pasticciare, a raccogliere cose mal riuscite, a riprovare ancora e ancora fino al risultato che solo il sì corale  di Anna, di Mariella, di Silvana e di Luisella trasformano un pezzo di pasta di mais in  un cadeaux unico e originale,  realizzato completamente a mano dalla  bottega “Gattacicova”.


I vostri commenti