+39 320 1127789

Il gatto e la gabbianella  speciale per Gattacicova

Il gatto e la gabbianella  speciale per Gattacicova

Ci piace parlar di gatti, un po’ per assonanza, un po’ perché i gatti sono misteriose creature ritenute magiche e poi soprattutto perché ci piace tanto Zorba, il gatto di Luis Sepulveda.

Un gatto straordinario, tenace, affettuoso e nobile d’animo soprattutto con chi gatto non è dal momento che proprio Zorba parlando della sua piccola amica gabbianella, dice: “…abbiamo imparato ad apprezzare, a rispettare e ad amare un essere diverso. E’ molto facile accettare e amare chi è uguale a noi, ma con qualcuno che è diverso è molto difficile, e tu ci hai aiutato a farlo”. 

Sepulveda, attraverso una favola piena di illustrazioni e dalla scrittura semplice, parla della bellezza dell’amicizia, che è forza e sogno… la gabbianella covata da un gatto crede di essere gatto e avrebbe rinunciato   alla grandezza del volo se solo Zorba non avesse insistito, se solo non avesse parlato della libertà di volare verso il sole dopo la pioggia a favore di vento!

Ed è così che la gabbianella Fortunata, dopo vari tentativi, qualche resistenza e capitombolo, molta paura di lasciare il mondo dei gatti,  spicca il volo …

Qualche goccia di pioggia o forse una lacrima velano gli occhioni del gattone Zorba che, osservando ormai la gabbianella lontana e sicura   afferma di aver capito solo una cosa: “… Vola solo chi osa farlo

 

Ed è per questo che, nella bottega, abbiamo deciso di trasformare delle piccole mattonelle 10×10 in una piccola storia, perché ci piace pensare alla forza dell’amicizia, alla capacità di accettare chi è diverso da noi e alla potenza del sogno che a volte ci consente di spiccare il volo se davvero si crede in qualcosa!

E scegliendo di donare questo piccolo cadeaux ad una persona cara, si comunica tutto questo, senza bisogno di aggiungere parole: l’abbraccio è tutto in una mattonellina 10×10!

Buona domenica da Gattacicova

“Ogni grana è una stella…”

È la melagrana profumata
un cielo cristallizzato.
(Ogni grana è una stella
ogni velo è un tramonto.)   

Anche Garcia Lorca  scrisse un’ode alla melagrana, frutto che più di tutti è carico di storia e simbologia.

Albero di origini asiatiche è considerato tra i più antichi tra gli alberi coltivati tanto che in moltissime civiltà ricorre questo frutto tra le varie tradizioni.

Anche la cultura a noi più vicina, quella del Mediterraneo e soprattutto della Magna Grecia, annovera tra i suoi simboli la pianta del melograno poiché  considerata sacro  a Giunone, dea protettrice del matrimonio e della fertilità tanto che spesso era raffigurata con una melagrana nella mano destra. Ancora oggi in Grecia è diffusa l’usanza di piantare un albero di melograno nel giardino di nuovi sposi come augurio per un matrimonio duraturo, felice e fecondo.

Per questo, spesso,  si dona oggi il melograno come augurio per un nuovo percorso intrapreso, per inaugurare un nuovo progetto, per festeggiare un nuovo anno!

Questo frutto dall’involucro coriaceo  ha al suo interno preziosissimi grani color rubino… così come quasi sempre sono rappresentati nella bottega di Gattacicova! Spicchi di melagrane in pasta di mais per augurare il meglio ai nostri più cari amici a forma di calamita, di segnaposto, di bomboniera ( come quello della foto) di centrotavola…

Nella bottega Gattacicova, non manca mai la presenza di melagrane in pasta di mais a formare piccole opere d’arte come porta candele fatte a mano, ghirlande autunnali artigianali, piatti decorativi in ceramica, fruttiere, centrotavola, cesti in rattan, cornucopie traboccanti di frutti beneauguranti

Basta un piccolo segno, a volte per dire le cose, per augurare il meglio, per esprimere affetto, per fare una carezza…

 


I vostri commenti